Accenno a Qubes OS

Che cos’è il sistema operativo Qubes?

Qubes OS è un sistema operativo orientato sulla sicurezza. Qubes è un software libero e open-source (FOSS). Questo significa che ognuno è libero di usarlo, copiarlo e modificarlo  in tutte le forme. Significa anche che il codice sorgente è disponibile a tutti, chiunque può verificarlo e migliorarlo.

L’importanza di un Sistema Operativo sicuro

La maggior parte delle persone usano un sistema operativo come Windows o OS X sui loro computer desktop o portatili. Questi sistemi operativi sono popolari perché preinstallati sulla stragrande maggioranza dei computer che vengono venduti. Ogni sistema operativo ha i suoi pregi e difetti e quello sicuro al 100% non esiste. Molto spesso la prima causa dei problemi di sicurezza siamo noi, magari utilizzando il computer con troppa leggerezza, ad esempio quando apriamo un allegato e-mail o visitiamo un sito web dall’aspetto innocuo, senza rendersi conto che si sta permettendo l’esecuzione di malware (software maligno) sul computer. Un malware potenzialmente potrebbe fare qualsiasi cosa, dalla semplice ma fastidiosa visualizzazione di pubblicità indesiderate mentre si naviga, alla peggior situazione come la registrazione di qualsiasi tasto premuto sulla propria tastiera ( Keylogger ), quindi con l’invio di tutte queste informazioni al cyber-criminale.

In un sistema operativo come Windows, se l’utente non ha proprio un approccio confidenziale con il computer, la presenza di programmi come antivirus e firewall per ridurre i rischi di infezione. devono essere obbligatoriamente la regola.

Purtroppo antivirus e firewall (software e/o hardware che siano ) non possono garantire un’immunità completa. Un creatore di malware farà tutte le prove possibili per controllare se il suo software maligno è riconosciuto da programmi antivirus. Nuove vulnerabilità vengono costantemente scoperte in software di uso comune come ad esempio i nostri browser web, e nessun programma antivirus o firewall può impedire che tutte queste vulnerabilità vengano sfruttate prima che vengano corrette.

Qubes OS un concetto differente per una maggiore sicurezza

Qubes OS, nato nel 2012 grazie a Joanna Rutkowska , adotta un approccio chiamato sicurezza per compartimentazione, in pratica ti permette di isolare le varie parti della tua vita digitale in compartimenti appunto “isolati” e sicuri chiamati qubes ( o domini ).

Un concetto un po’ particolare… immaginiamo il nostro personal computer come un insieme di tanti altri mini computer, questi sono isolati tra loro, in questo modo se uno viene compromesso tutti gli altri rimangono al sicuro. Questo consente di mantenere le diverse attività che svolgete, completamente separate.

Come si riesce a creare questo tipo di ambiente?

In pratica il sistema costruito su una versione rivista di XEN , ci permette di creare diverse macchine virtuali, ad ognuna di queste sarà assegnata una diversa attività, un diverso livello di fiducia, una diversa sfera della propria vita digitale. In sostanza è come se usiamo un pc per la sola navigazione su siti poco raccomandabili, un altro pc per la gestione del nostro conto bancario, uno per la sola consultazione delle email, uno per l’archiviazione di documenti personali e dati sensibili etc. Tanti mini pc dentro un unico pc principale, questo è il punto di forza.

Un unico sistema operativo su cui vengono create diverse macchine virtuali, dove la gestione e la comunicazione fra le stesse diventa semplice, permettendo con dei comandi di copiare o inviare contenuti da una all’altra in modo sicuro. Possiamo anche svolgere attività temporanee che verranno cancellate alla chiusura della finestra. Tutte le diverse attività sono contenute in diverse finestre, ognuna di queste ha colori che differiscono per segnalarne il livello di sicurezza.

L’innovativo sistema Template separa l’installazione dall’uso del software, consentendo a Qubes di condividere un filesystem di root senza sacrificare la sicurezza e risparmiando spazio su disco, per l’avvio. Gli utenti preoccupati per la privacy apprezzeranno l’integrazione di Whonix che rende facile l’uso di reti Tor, mentre quelli preoccupati per gli attacchi fisici all’hardware possono beneficiare di Anti Evil Maid.

Qubes OS, non è sicuramente molto intuitivo, anche per gli utenti che usano Linux, il primo approccio è tutt’altro che semplice ma dopo un po’ ci si ambienta e si capisce la logica di funzionamento, se abbiamo qualche dubbio fortunatamente esiste documentazione sufficiente in rete. L’installazione non è tra le più rapide, in particolare se installato su HDD non è il massimo in termini di velocità/reattività, la lingua di default è l’inglese, particolari difficoltà durante la fase di preconfigurazione non ce ne sono.

I requisiti minimi sono:

Il sistema per funzionare al meglio richiede una buona configurazione hardware.

Ecco alcuni screenshot:

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *