Microsoft i guai infiniti

Da l’Ottobre scorso, quando Microsoft ha distribuito l’aggiornamento build 1803, gli utenti ancora soffrono il peso dei disagi subiti.

Dopo le numerosissime segnalazioni di utenti che si sono visti “scomparire” file nel proprio pc ( segnalato in questo articolo ), a distanza di tempo Microsoft ammette tutto e si prende le colpe. Colpe che a quanto pare non servono a risolvere i problemi dell’utenza colpita da questo micidiale bug, in quanto molte persone hanno perso file di una certa importanza.

Microsoft aveva rassicurato l’utenza dicendo che avrebbe preso in carico il recupero dei dati persi, nel frattempo raccomanda di non utilizzare il pc per non compromettere l’ipotetico recupero, ancora oggi però non vi è data certa sull’operazione. La domanda nasce spontanea.. come si può non utilizzare un computer necessario al lavoro, magari possedendone solo uno?

Secondo il colosso di Redmond, tutto il problema è nato dalla erronea distribuzione di aggiornamenti ancora in fase beta, questo è successo a chi ha ricercato manualmente eventuali nuovi update senza aspettare il rilascio automatico.

Dovrebbe essere ormai certo, che i grandi problemi della build 1803 siano stati causati da una forte incompatibilità con i driver NVidia non aggiornati. A seguito dell’uscita della build 1809 e dei driver NVidia 417.35 tutti i problemi sembrano essere stati risolti.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *