Modem libero

Ce l’abbiamo fatta, finalmente anche in Italia sarà possibile scegliere il modem da utilizzare. In ottemperanza alla delibera AGCOM n. 348/18/CONS sul tema della libertà di scelta del terminale, che non potrà più essere imposto dal gestore di telefonia.

Quella del modem libero è stata una guerra portata avanti da molti consumatori, il modem/router imposto dai fornitori di servizi internet infatti, era una pratica che non andava a genio a nessuno di noi. In Europa la scelta è libera e gli ISP forniscono tutti i parametri di configurazione legati alla connessione Internet e Telefonia Voip.

Anche l’Italia si adegua alle leggi Europee, dal 1 Dicembre siamo svincolati dall’obbligo di utilizzo dei terminali, forniti dalle compagnie telefoniche.

A livello informativo però sembrerebbe che gli ISP fanno ancora orecchie da mercanti, nelle loro pagine delle offerte infatti ancora non si fa alcun riferimento alla delibera AGCOM. Probabilmente entro il 31 Dicembre tutti si adegueranno e dovranno fornire obbligatoriamente i parametri di configurazione per poter utilizzare modem alternativi.

I modem/router forniti dagli operatori, molto spesso offrono poche scelte in termini di configurazioni, il poter scegliere, comprare personalmente il dispositivo è un diritto.

Occupandomi di sistemi di sicurezza e video sorveglianza, dovendo dare al cliente la possibilità di interagire con questi sistemi attraverso Internet, molto spesso non potevo utilizzare alcuni servizi DNS, perchè non inclusi nelle possibilità di scelta, del firmware montato a bordo del modem/router, fornito dal gestore telefonico.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *