WiFi 802.11ax il nuovo standard denominato WiFi6

La pubblicazione dello standard 802.11ax aprirà la strada alla prossima generazione di tecnologia wireless.

Sempre più aspetti delle applicazioni domestiche e lavorative stanno passando a un modello di streaming online. Di conseguenza, la tecnologia internet wireless deve evolvere per soddisfare il nostro crescente utilizzo dello streaming 4K ad alta definizione e dei servizi basati su cloud.

L’Institute of Electricians and Electronics Engineers (IEEE) affronta le sfide poste dalla nostra crescente domanda di servizi internet con la pubblicazione dell’802.11ax: Certificazione WLAN ad alta efficienza.

802.11ax è un aggiornamento al precedente standard wireless 802.11ac, per soddisfare le esigenze di utilizzo futuro. Le reti locali senza fili (WLAN) dovranno affrontare due sfide principali nel prossimo decennio.

In primo luogo, le reti wireless diventeranno un ambiente di rete sempre più denso, con l’installazione di un maggior numero di punti di accesso per espandere la copertura della rete e migliorare la velocità di trasmissione. In secondo luogo, l’evoluzione di Internet verso contenuti audio e video ad alta definizione, così come i servizi basati sul cloud, aumenterà la domanda di velocità di trasmissione nei prossimi anni.

Si prevede a livello mondiale che il numero di dispositivi connessi in rete sarà di quasi 31 miliardi nel 2020 e più del doppio entro il 2025.

Consentire il collegamento di un gran numero di dispositivi aggiuntivi a una rete esistente provocherebbe congestione e la necessità per le organizzazioni di dispiegare più punti di accesso per garantire un servizio soddisfacente, con conseguente aumento della densità dei punti di accesso.

In un ambiente così denso di connessioni possono sorgere problemi di interferenza, che a loro volta aumentano il tasso di errore nella trasmissione dei pacchetti.

802.11ax sarà un nuovo tipo di WLAN, progettato per operare nelle attuali bande 2,4 GHz e 5 GHz, oltre ad incorporare bande aggiuntive tra 1 e 7 GHz non appena saranno disponibili.

Sebbene la velocità nominale di trasmissione dati dei dispositivi 802.11ax sia superiore del 37% rispetto allo standard IEEE 802.11ac, il nuovo standard dovrebbe essere in grado di quadruplicare la velocità media di trasmissione.

Oltre ad incrementare la velocità di trasferimento dati, lo standard 802.11ax offre una serie di migliorie e ottimizzazioni. Grazie alla tecnologie integrate MU-MIMO, OFDMA (Orthogonal Frequency-Division Multiple Access), e Target Wait Time (TWT) il nuovo standard consente di migliorare l’efficienza spettrale suddividendo i canali wireless disponibili così da accrescere la quantità di dati che possono essere inviati e ricevuti contemporaneamente, e migliorare di gran lunga la durata delle batterie, facendo passare i dispositivi collegati ad un AP in modalità sleep prolungata.

Il 30 agosto 2017, Asus ha annunciato il primo router WiFi6, l’ RT-AX88U che raggiunge un massimo di 1148 Mb/s su 2,4 GHz e 4804 Mb/s su 5 GHz. WiFi6 aprirà molto probabilmente la strada all’adozione del WPA3, migliorando ancor di più la sicurezza delle reti Wireless.


Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *